logotype

Biografia

Massimo Donno inizia lo studio della chitarra a tredici anni, a Corigliano d’Otranto.

Tra il 2000 – 2001, insieme al fisarmonicista Luca Barrotta e ad altri musicisti, avvia il suo primo progetto di folk d’autore, "Allegra brigata Bodhran", ensemble che, ai testi di Massimo, unisce i suoni tradizionali del sud Italia, dei Balcani, del klezmer. I lavori realizzati sono “Memorie” (2001), “In cerca d’autore” (2003), “Demo” (2006), (demo – cd autoprodotti), con una semifinale al "Premio De Andrè" dentro questo percorso.

Negli anni, inoltre, Donno è ospite di progetti altrui, in cui opera da turnista. Collabora con l’attore Simone Franco, con Alberto Bertoli (figlio di Pierangelo), con l’osservatorio astronomico di Bologna e l’associazione per la Divulgazione delle Scienze Sofos, per la realizzazione dello spettacolo di osservazione astronomica/divulgazione scientifica dal titolo Racconti di cielo – Armonie tra mito e scienza.

Insieme al cantautore Gigi Marras, guadagna la finale al premio Bindi 2011 e la finale al Premio Musicultura 2012 (Ex Premio Città di Recanati), entrando nel cd ufficiale con i brani dei 16 finalisti

A luglio 2012 è stato finalista al Premio Bindi riscuotendo ottimi risultati di pubblico e critica. A settembre 2012 è stato finalista al Festival delle Arti di Bologna, contest diretto da Andrea Mingardi.

È stato finalista alla 14esima edizione di Biella Festival autori e cantautori 2012, classificandosi tra i primi cinque. È stato semifinalista al Tour Music Fest, il più grande festival europeo dedicato alla musica emergente, con la commissione artistica presieduta da Mogol. In ottobre 2012 termina la registrazione, presso Chora – Studi Musicali di Valerio Daniele, del suo album solista in uscita nella primavera del 2013 per l’etichetta Ululati (Lupo Editore). Il cd, “Amore e Marchette”, contiene numerose collaborazioni, da Maurizio Geri a Francesco del Prete, da Guido Sodo (Cantodiscanto) a Nilza Costa, Alessia Tondo ed Emanuela Gabrieli (Triace). Il disco riceverà numerose recensioni su importanti testate ed ilsingolo, “Amore e Marchette” sarà trasmesso da oltre 200 emittenti, tra web radio ed emittenti locali, in tutta Italia, Germania, Argentina. Il singolo rimarrà per tre settimane nella classifica “Indie Music Like”.

Il live di Massimo aprirànumerosi concerti, nel 2013/2014, da Daniele Silvestri a Nada e Fausto Mesolella (Avion Travel), Fabio Concato, ecc. calcando palchi in tutta Italia, da Roma a Milano, da Torino a Genova, Bologna, ecc.
E' ospite, con i brani del disco, nonché chitarrista, dello spettacolo teatrale del regista Luciano Melchionna "Nella: canzoni e ricordi di prostitute libere e oneste", a settembre 2013 in uno spettacolo nell’anfiteatro di Benevento.

Nell’estate 2014 vince la targa “Personalità artistica emergente” alla decima edizione dell’importantePremio Poggio Bustone, nel paese natale di Lucio Battisti. Guadagna inoltre un secondo premio, come terzo posto, nella classifica generale del Premio, la cui giuria era presieduta dal Maestro Detto Mariano, storico collaboratore di Battisti.

Nell’agosto 2014 inizia la collaborazione con l’organettista/compositore pistoiese Riccardo Tesi. Diversi live nell’estate porteranno i due ad iniziare una collaborazione anche in studio. Il Maestro Tesi sarà il produttore artistico/arrangiatore dell’album “Partenze”, uscito ad Aprile 2015 per Visage Music, distribuito da Materiali Sonori in Italia, da Galileo in Germania, da Xango Music in Benelux. Al disco collaborano le pietre miliari della world music italiana, da Stefano Saletti (oud e chitarra elettrica) a Vincenzo Zitello (Arpa), da Redi Hasa (Violoncello) a Maurizio Geri (chitarre), solo per citarne alcuni. Il disco ottiene numerose recensioni e critiche positive sulla stampa nazionale. Segue all’uscita del disco una serie di concerti di presentazione dell’album, tra cui una tappa in Grecia nel prestigioso International Festival Andros, tenutosi sull’omonima isola delle Cicladi, insieme alla cantante- compositrice greco-brasiliana Katerina Polemi.

A settembre 2015 i giurati del Premio Tenco inseriscono “Partenze” nella rosa dei votabili al Premio Tenco 2015, come miglior album dell'anno. Il disco, quindi, risulta tra i 50 migliori album di musica italiana pubblicati nel 2015 in Italia.

Numerosi brani dell’album Partenze sono in rotazione su diverse Radio tra cui Rai Isoradio, RSI (Radio Svizzera Italiana), Radio 3 Fahrenheit, ecc.

Il videoclip di Partenze, per la regia di Fabrizio Lecce – Meditfilm, vince il Primo Premio come miglior videoclip al Val Susa Film Festival ed è finalista alla XVI Edizione festa del videocli Indie di Roma.
Finalista al Premio Nazionale “Di canti e di Storie” con l’album “Partenze”, premio organizzato da “Squilibri Editore”.

“Partenze” diventa un tour in duo con Riccardo Tesi all’organetto, che tocca decine di città italiane nel corso di inverno e primavera 2016.

Massimo apre il concerto di Musica Nuda (Ferruccio Spinetti e Petra Magoni) al Teatro Forma di Bari.

A Maggio 2016 è ospite di Radio3 Rai Fahrenheit esibendosi in diretta radiofonica dal Salone Internazionale del Libro di Torino.

Ad ottobre 2016 è ospite, insieme ad Alessia Tondo e Riccardo Tesi al prestigioso Premio Andrea Parodi a Cagliari. Lì dividerà il palco con Gabriele Mirabassi, Elena Ledda, Mauro Palmas, Cristina Renzetti, gli stessi Alessia Tondo e Riccardo Tesi, ecc.

Nel giugno 2017 pubblica un nuovo lavoro, libro e CD, dal titolo “Viva il Re!”(Squilibri Editore-Visage Music).Il libro contiene una serie di interviste e di scritti relativi al mondo delle bande, con importanti contributi di Livio Minafra, Pino Minafra, Rita Botto, Battista Lena, ecc. Il cd racchiude nove tracce, di cui due inedite e sette tratte dai primi due album, riscritte e rilette con un ensemble bandistico di venti elementi, diretti da Emanuele Coluccia, con il prezioso contributo di Gabriele Mirabassi e Lucilla Galeazzi. Il disco risulta, per Smemoranda.it, uno dei migliori album indie del 2017 mentre l’autorevole Giornale della Musica locolloca nelle migliori 20 uscite di world music, sempre del 2017. E’ attualmente in tour in Europa ed in Italia per portare live il disco “Viva il Re!”. Il tour ha toccato numerose città italiane ed europee come Milano, Roma, Torino, Bordeaux, Valencia, Bruxelles, Lussemburgo, ecc.

Firma testo e musica del brano “L’attesa” presente nell’album “Maletiempu” del duo di musica popolare composto da Rachele Andrioli e Rocco Nigro, album pubblicato dall’etichetta Dodicilune a giugno 2018.

A novembre 2018 prende parte allo spettacolo, prodotto dal Club Tenco, “Vent’anni di Sessantotto” all’Auditorium Parco della Musica di Roma, trasposizione dal vivo del volume curato da Sergio Secondiano Sacchi, Sergio Staino, Steven Forti, dividendo il palco con Roberto Angelini, Andrea Satta, Alessandro d’Alessandro e Canio Loguercio, Alessio Lega, Peppe Voltarelli, ecc.

Da novembre 2017 cura la parte musicale dello spettacolo “Io ti Cielo – Frida Kahlo”, dell’attrice e regista Aurelia Cipollini, calcando numerosi palchi e teatri in tutta Italia.

Da novembre 2018 porta in giro, in solo, lo spettacolo “Homo Faber”, sull’opera Omnia di Fabrizio de Andrè. Decine, in tutta Italia, ad ora le repliche.

Dall’estate 2017 collabora con il chitarrista argentino Juan Carlos “Flaco” Biondini, storico chitarrista e collaboratore di Francesco Guccini.

Nel 2018/2019 porta in tour, in Europa ed in Italia, il disco “Viva il Re!”, accompagnato dall’organettista Alessandro D’Alessandro. Il tour ha toccato numerose città italiane ed europee come Milano, Roma, Torino, Bordeaux, Valencia, Bruxelles, Lussemburgo, ecc. Ad aprile 2018 riceve il Premio Civilia Salento, per la diffusione della musica d’autore su tutto il territorio nazionale. A settembre 2019 riceve il Premio Castrovillari d’Autore, premiato dalla giuria composta dai cantautori Gatto Panceri e Mariella Nava e dal giornalista RAI Michele Neri. Ad ottobre 2019 rientra tra gli artisti che omaggiano il cantautore Gianni Siviero, nella compilation edita da Squilibri Editore (Io credevo – Le canzoni di Gianni Siviero), in intesa con Sergio Secondiano Sacchi del Club Tenco – Premio Tenco, insieme a Roberto Vecchioni, Sergio Cammariere, Mimmo Locasciulli, Petra Magoni, ecc. Attualmente è in lavorazione la sua quarta produzione discografica, la cui uscita è prevista per la primavera/estate del 2020.

Coltiva la primordiale passione per la scrittura. 
Nell’ottobre 2009 risulta tra gli autori scelti per il concorso indetto dal centro studi Kairos di Lecce che entreranno a far parte di un testo – raccolta delle opere vicine al tema della resistenza dal titolo “Lenti spiriti”. Il titolo dell’opera di Massimo è “Sogni al risveglio”. Nel marzo del 2010 guadagna un secondo posto, con il racconto “Victor”, al concorso letterario “Lettere Matte – Scrittori per Talitha”, entrando così di diritto nel volume che comprenderà tutte le composizioni dei finalisti.
Ad aprile 2010, con tre racconti “Pensieri macchiati di rosso”, “Victor”, “L’uomo che imparò a volare”, giunge tra i finalisti, guadagnando il titolo di “Segnalato” nel concorso letterario “La vita in prosa”. A settembre 2010 pubblica per l’Agenzia di Comunicazione IKOS di Bari un racconto nella raccolta di racconti “Cento storie per cento disegni” edito da Di Marsico.

Scrive di lui Oliviero Malaspina: “Massimo Donno è un gatto che salta sui tetti della canzone d'autore italiana prendendosene la parte più nobile. Come un gatto ci fa le fusa, ci conquista per poi graffiarci quando meno ce lo aspettiamo. Come un prestigiatore muove le parole tra surrealismo e neorealismo. Ci concede una musica tra sogno e realtà. Il disco in ogni traccia è una capriola, una giostra un pugno e uno sberleffo un bacio e uno schiaffo. Cartina tornasole delle nostre vite imbarcate su fragili vascelli. Semantica del testo e sintassi musicale si armonizzano perfettamente nel suo creato di opposizioni binarie. Dalle quali scaturisce una bellissima opera, un'opera aperta. Un'opera che perdere è come fare peccato”

Dice di lui Gatto Panceri: "Ascoltare e quindi scoprire Massimo Donno è stato una bella sorpresa per me in quanto pensavo che in questo panorama attuale di giovani artisti italiani, si fossero estinti i veri cantautori. Con il termine “ veri “ intendo quelli come lui che hanno quel guizzo imprevedibile nella scrittura che ti incolla alle loro canzoni dalla prima all‘ultima parola, quelli che hanno la credibilità nella voce per poter raccontare certe cose, quellI come lui che hanno soluzioni musicali originali, senza tempo e al di là delle effimere, baccanose mode del momento.
Donno fa ben sperare che le generazioni del cantautorato nobile quello che va De Gregori a Fossati a fino ad arrivare a Ligabue e a Cristicchi avranno per fortuna del pubblico dei degni eredi, dei nuovi pregiati artefici. Cantare le proprie cose, non solo parlarle, usare vocaboli anche aulici con efficacia nei testi, suonare uno strumento e non solo programmare un computer temevo ormai fossero usanze non più praticate nei giovani con pretese artistiche. Ora non più".

 

CONTATTI

Tel: +39 3381200398  Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/massimo.donno.7

https://www.facebook.com/pages/Massimo-Donno/250405201690445

 

MANAGEMENT BOOKING AGENCY/UFFICIO STAMPA: Società Cooperativa Coolclub

Piazza Giorgio Baglivi 10, Lecce

Tel: +39 0832303707 Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pierpaolo Lala:

Tel: +39 3394313397  Mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

MANAGEMENT e BOOKING AGENCY: UASC Booking

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per Belgio e Lussemburgo: Folk Trip

Tel: +352 621297427 , +39 3382794789   Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

2019  Massimo Donno - Official Website